ISCRIZIONI APERTE: 27/28 febbraio, 13/14 marzo, 10/11 aprile, 15/16 maggio, 19/20 giugno 2021 ore 10:00-16:00
Modalità videoconferenza.

Asia Darshana
Accademia Internazionale Alta Scuola Formazione e Specializzazione Insegnanti Yoga e Āyurveda, con il riconoscimento dell’ONU.
Direttore didattico D.ssa Marilena Capuzzimati
Direttore scientifico Prof. Alessandro Gebbia
ISO – Dipartimento di Studi Orientali – Sapienza Università di Roma

Le tecniche di respirazione, o meglio il controllo (āyāma) del soffio vitale (prāṇa), hanno da sempre costituito una parte fondamentale degli insegnamenti dello Yoga.

Dopo aver agito sulla meccanica respiratoria attraverso atti volontari, per mezzo di āsana appropriati ed esercizi respiratori mirati, è possibile entrare nel cuore della scienza del respiro. Acquisire la capacità di espandere e padroneggiare il fluire respiratorio, consente di percepire il proprio corpo pranico, mentale, emotivo e sottile.

Osservare, dirigere, modificare, sospendere il respiro; guidarlo nel corpo attraverso la propria mente induce ad uno stato di consapevolezza superiore e ci rende capaci di gestire le emozioni, i pensieri, i turbamenti anche già somatizzati per entrare in una condizione di samāpatti (immedesimazione della mente con l’oggetto contemplato – il corpo -), di saṃdhyā (congiunzione) e infine di samādhi (assoluta attenzione concentrata) nell’identificazione con  la nostra vera Natura spirituale (puruṣa).

Il termine Krama indica la progressione, il vocabolo sanscrito Dhāraṇā sta a significare concentrazione.

Finalità del Krama è sviluppare quindi la capacità di creare un processo di consapevolezza trasformativo istante per istante; aumentare la percezione sensoriale interna dall’inizio sino alla conclusione della sequenza attraverso l’armonia e l’ascolto, senza dispersione di coscienza.

L’allievo con dolcezza e sapienza è guidato a percepire ogni āsana come prezioso, nel “qui e ora”, così come ogni altra tecnica yogica proposta all’interno della sequenza, in modo da vivere ogni passaggio come fosse il passo di danza successivo, intrinsecamente collegato al precedente, rappresentandone la naturale prosecuzione.

All’interno della sequenza di Yoga ogni momento viene vissuto intensamente perché intriso di piacere (sukha) e attenzione (dhāraṇā), attimo per attimo il praticante viene completamente assorbito in ciò che esperisce con meravigliato stupore (camatkāra). Con questo sentire intriso di meraviglia e desiderio di scoperta rivolta all’interno di sé, la conclusione della pratica si risolverà in uno stato meditativo in modo del tutto spontaneo. Alla fine della sequenza l’ascolto degli effetti, degli echi di tutto ciò che si sarà compiuto condurrà a un silenzio risonante bellezza e unione con l’Assoluto.

Il praticante potrà così naturalmente ritrovarsi in uno stato di meditazione (dhyāna) e gioia (ānanda).

PROGRAMMA di PRĀṆĀYĀMA

Teoria

Ascoltare il respiro

Assottigliamento progressivo nella percezione del respiro

Come allungare la respirazione

Consapevolezza respiratoria e ritmi

Respiro interrotto e respiro spontaneo

Sbadiglio e sospiro

Respiro naturale

Respiro addominale essenziale

Respiro costale e istinto

Respiro toracico e volitività

Respiro scapolare ed espressione dell’io

Respiro clavicolare e purificazione della mente

Respiro nei sinus e cervello ancestrale

Respiro completo: qualità psichiche e meta-psichiche

Potenzialità somatiche e psichico-percettive del respiro

Misura del respiro: durata, portata, intensità, pressione, estensione

Quattro fasi respiratorie e aspetti sottili

Espirare e ritenere

Incarnare il respiro

Divenire centro pulsante

Percepire il Cuore del Creato

Armonizzarsi con il Prāṇa Cosmico

Pratica

Tecniche avanzate di prāṇāyāma

Āsana

Bandha

Bhastrikā

Mudrā

Mantra

Kṛyā

Visualizzazioni

Meditazioni

PROGRAMMA di KRAMA dhĀraṆĀ

Centratura nel corpo

Consapevolezza attiva

Assorbimento nel respiro

Elementi di progressione negli āsana

Passaggio intermedio tra una posizione e l’altra

Aumento e diminuzione delle intensità ritmiche

Stiramento e sfioramento

Fluidità e vigore

Azione e inazione

Percezione delle pause

Sviluppo della propriocezione

Divenire spettatore del Sè

Pensiero e corpo

Pensiero e immaginazione

Respiro e circuiti pranici

Ritmo e posizioni

Posizioni fantasma

Armonico fluire delle forme

Espansione e ritrazione

Danzare la Vita

Pratica Generale

Esercizi di haṭha yoga

Esercizi di propriocezione

Sviluppo della consapevolezza analitica e sintetica delle varie parti del corpo fisico, respiratorio, mentale, emotivo e sottile

Mudrā corporei

Esercizi di centratura

Prāṇāyāma

Pratyāhāra

Dhāraṇā

Dhyāna

Informazioni sul corso

Durata

5 fine settimana, non sono previste assenze ingiustificate

Diploma

Si rilascia DIPLOMA MASTER DI INSEGNANTE YOGA, con formazione documentata e indicazione del monte-ore effettuato (comprensivo di ore di lezione e ore di insegnamento esercitato)

Tirocinio nell’insegnamento

E’ possibile inserire nel monte-ore il tempo riservato al tirocinio, documentato, dedicato dall’allievo all’insegnamento nel corso di questo periodo

A chi si rivolge

Ai praticanti come agli insegnanti di Yoga e di altre discipline e terapie psicocorporee in genere, che desiderano ampliare la propria esperienza e trasmetterla ai propri allievi

Docenti

D.ssa Marilena Capuzzimati

Materiale Didattico Incluso

Dispense illustrate, file audio, slide in power-point

Orario

Sabato ore 10.00-16.00 e domenica ore 10.00-16.00

Occorrente

Abbigliamento comodo e informale. Tappetino e plaid. Materiale per appunti.

Contributo

Il contributo richiesto è di euro 800. E’ possibile rateizzare in 3 rate, la prima da 300, le successive due da 250 euro.